6 ricette a confronto per fare la pizza fatta in casa croccante

Dimmi come cucini e ti dirò chi sei
30 Ottobre 2017
10 foodblogger in cucina per Stuffer
13 Novembre 2017

Come rendere la pizza fatta in casa croccante?

C’è chi la ama soffice ma oggi vogliamo concentrarci su quelli che impazziscono per il croccante sotto i denti.

Esiste un segreto per raggiungere l’effetto desiderato? Sappiamo tutti che il lievito madre è sempre consigliabile perchè ben digeribile, ma sappiamo anche che richiede lunghi tempi di preparazione: chi ha una famiglia a cui provvedere o anche solo molti impegni deve trovare una soluzione più pratica.

Online si trovano moltissime ricette. Noi ne abbiamo messe a confronto 6 per analizzarne il diverso dosaggio degli ingredienti:

 

Ingredienti sito Pianetadonna Cookaround Giallozafferano All recipes Ricette dal mondo Unadonna
FARINA  200 g manitoba + 200 g 0 + 200 g semola di grano duro 500 g manitoba + 500 g 00 400 g manitoba + 600 g 00 800 g farina per il pane + 200 g farina integrale 600 g farina di grano duro + 400 g farina di grano tenero 1 kg manitoba
LIEVITO 1/2 lievito di birra 1/2 lievito di birra 1/2 lievito di birra 12,5 g lievito essiccato 1 cubetto lievito di birra 2 g di lievito di birra
ACQUA 350 cc di acqua 600 ml acqua 600 ml acqua 550 ml acqua q.b. acqua 600 g acqua
OLIO 1 cucchiaio d’olio 4 cucchiai d’olio 70 g d’olio 7,5 cucchiai d’olio 10 cucchiai d’olio q.b olio d’oliva
SALE 1 cucchiaio di sale 1 cucchiaio di sale 70 gr sale 2,5 cucchiai di sale 1 cucchiaio colmo di sale 20 g sale
ZUCCHERO 1/2 cucchiaino 2,5 cucchiai di zucchero 1 cucchiaino di zucchero q.b. zucchero
LIEVITAZIONE 12 ore in frigo 2 ore al tiepido 2 ore al tiepido 2 ore al tiepido massimo 4 ore al tiepido al tiepido 1 ora + 23 ore in frigo

 

Questi due punti sono ricorrenti in tutte le preparazioni dell’impasto:

  • STEMPERARE IL LIEVITO PRIMA: il lievito va prima stemperato in un poco d’acqua, che deve essere tiepida .
  • COTTURA/TEMPO: Tutte le ricette prevedono una cottura a forno pre-riscaldato ad altissima temperatura (almeno 250 gradi) per 10/15 minuti.

 

Dalle diverse ricette emergono alcune tips, che riassumiamo qui:

  • TIPO DI FARINA: Utilizzare la farina di semola di grano duro, che dona croccantezza all’impasto. Creare un impasto con farine diverse, ad esempio la farina integrale, permette di ottenere ruvidità. E’ possibile anche usare farro, grano saraceno o farina di segale ma su questo punto esistono dei dibattiti controversi, soprattutto riguardo l’effetto delle farine e del glutine.
  • LAVORAZIONE DELLA PIZZA: lavorare a lungo la pizza fino a ottenere un impasto elastico e consistente
  • ALTEZZA DELLA PIZZA: Disporre l’impasto su una teglia con uno spessore di 0,5 mm o poco più per ottenere una pizza più croccante
  • TIPO DI TEGLIA: preferire una teglia in ceramica che mantiene la cottura ed evita la pizza si bruci, una teglia di pietra refrattaria oppure una placca da forno classica (se non avete altro)
  • OLIO QUANTITA’: l’olio ammorbidisce l’impasto, quindi si può decidere di metterne più o meno a seconda delle preferenze.

Consigliamo di tenere sempre un rotolo di pizza pronta in frigo, che se il forno vi tradisce, la pizza non lievita, o arriva un ospite in più, potete sempre compensare 😉 .

Se siete curiosi andate a guardare qualcuna delle ricette fatte con le nostre basi pronte per pizza qui sotto.
Scopri le nostre ricette e lasciati ispirare.

Pizza verace con asparagi e salmone

Questa ricetta è stata creata da Lisa di Parole di gusto.

  Di Stuffer

Pizza con le verdure

Pizza con le verdure

  Di Stuffer

Pizza ai funghi

Consiglio: potete utilizzare anche altri tipi di funghi.

  Di Stuffer

Pizza con erbe aromatiche fresche e cipolle stufate

  Di Stuffer

Pizza con rucola e pomodori

  Di Stuffer

Pizza al taglio

  Di Stuffer

SCOPRI LA BASE PER PIZZA STUFFER
Farcisci, inforna, stupisci!