La ricchezza delle spezie e delle erbe aromatiche

La cucina in viaggio
23 Settembre 2021

Una rubrica in collaborazione con la dott.ssa Angela Schettini

Oggigiorno in cucina è sempre più frequente l’utilizzo di spezie ed erbe aromatiche. Il loro grande vantaggio, infatti, è quello di avere innumerevoli proprietà e al contempo ci danno la possibilità di ridurre significativamente il quantitativo di sale utilizzato.

Andiamo a scoprirne alcune!

ANICE: Utilizzato soprattutto in pasticceria e per la produzione di bibite e liquori (come la sambuca) per via del suo sapore dolciastro. Ha proprietà digestive infatti è spesso utilizzato nelle tisane “sgonfianti” ma al contempo carminativo e antispasmodico (presente nei medicinali contro la tosse).

CANNELLA: Un concentrato di vitamine, ha potere antiossidante, antibatterico e ipoglicemizzante. Utilizzata in dolci, conserve, liquori e composte di frutta.

CHIODI DI GAROFANO: Aroma particolarmente intenso, con proprietà analgesiche e anestetiche, è un potente antiossidante, inoltre coadiuva la circolazione sanguigna e la digestione. Accompagna bene la carne ed è utilizzato per insaporire stufati e zuppe, per aromatizzare dolci, viene aggiunto in tisane e infusi.

CURCUMA: Grazie alla curcumina in essa contenuta, vanta numerosi benefici: è un antitumorale, anti-infiammatorio, analgesico, antiossidante, depurativo ed epatoprotettore naturale, a livello topico cicatrizzante.

CURRY: Insieme di differenti spezie ridotte in polvere (curcuma, zenzero, cumino, pepe e peperoncino). Ha effetto gastroprotettivo, antinfiammatorio e antiossidante tuttavia si deve prestare attenzione al suo consumo in caso di infiammazioni gastrointestinali. È alla base di molte ricette orientali, dai primi piatti al dolce.

PEPE: Presente in tante varietà (nero, bianco, verde e rosa); il suo sapore piccante è dovuto alla piperina. Ha proprietà digestivà, metabolico-stimolanti, è un termogenico e un antidepressivo naturale.

ZAFFERANO: Spezia pregiata dal sapore amarognolo, nota per le sue proprietà antiossidanti e digestive; esercita anche effetti a livello nervoso in quanto ha azione analgesica e antidolorifica. Insaporisce, colora ed esalta i sapori.

ZENZERO: Sapore intenso e non da tutti amato, ma una miniera d’oro per le sue proprietà digestive, antinfiammatorie, antidolorifiche, antibiotiche, gastroprotettive.

BASILICO: Fonte primaria di rame, magnesio, vitamine A C K; ne derivano benefici cardiovascolari e proprietà antibatteriche, gastroprotettive e antinfiammatorie.

MENTA: Estremamente profumata, trova largo utilizzo in prodotti come caramelle, chewing gum, dentifricio, sciroppi ma è utilizzata anche in fitoterapia come antibatterico e antispasmodico; ha proprietà digestive e analgesiche.

ORIGANO: Erba aromatica dal sapore intenso; indiscutibili i suoi effetti digestivi, depurativi e disinfettanti delle vie aeree.

PREZZEMOLO: Un concentrato di vitamine e sali minerali da utilizzare esclusivamente a crudo per mantenere a pieno tutte le sue proprietà. Diuretico, vasodilatatore e antiossidante naturale.

ROSMARINO: Pianta ricca di olii essenziali e di ampio utilizzo. Ha proprietà antisettiche, antiossidanti e antinfiammatorie; è stimolante-energizzante ed ha effetto astringente, per cui è indicato in caso di diarrea ma anche di flusso mestruale troppo abbondante. Stimola i follicoli piliferi alla ricrescita e previene la calvizie precoce e l’alopecia.

SALVIA: Sono note le sue azioni: ipoglicemizzante, quindi consigliata per i soggetti diabetici; estrogenica, impiegata per combattere l’amenorrea, la sindrome premestruale e la menopausa; antispasmodica, gastroprotettiva, diuretica, antisettica e antinfiammatoria.